Autunno tempo di zucca e colori

Autunno,  ieri è stato il primo giorno di questa stagione che ci offre in natura quanto di più spettacolare possiamo aspettarci in fatto di colori.

Il verde lascia il posto a tutte le tonalità del giallo, dell’ocra, dell’arancione e del rosso.

8864de1256d44966b548c3c716b30fc0

zucca

 

f6769e1134887fa30d240ca870e7d76a
Se si pensa all’autunno, come non pensare subito alla zucca e alle molteplici ricette nelle quali impiegarla.

Le zucche con il loro sapore che tende al dolce sono adatte sia alla preparazione di piatti dolci e salati, che a mostarde e marmellate.

Della zucca si mangia tutto anche i fiori buonissimi in pastella e poi fritti, e i semi ottimi da aggiungere alle insalate.

Si parte da un primo di zucchette ripiene di cous-cous, porcini e prosciutto

357ad299fc9be99621bb9694262d6357

 

per poi passare ad un secondo Pollo con salsa di zucca

pollo-con-la-zucca

 

per terminare con un dolce di Frittelle di zucca

frittellew

 

Perché non pensare anche a degli addobbi per la tavola che richiamino questo menù a base di dolcissima zucca?

Allora ecco una carrellata di immagini come suggerimento.

00d3489fb5406dd3d1452ece9420a4cd

8f2591c382ba243c38521a5022dde72b

09f6817f6c8f4edf229a70bb7029ca02

64440f36817a82dc8c6507c578a9a593

be66bfe68440a3cf94c8e8ac667a8565

ee22f678c75291fcd4cb7d9381df1df6

f5fdc0c5c15b38c19225275997bfbfb8

 

La Apple pie della nonna da intollerante

Apple pie

 

La Apple pie della nonna.

E niente, scopri di essere intollerante al glutine e al lattosio, così la mia torta preferita quella che la mia mamma faceva sempre, la Apple pie, diventa impossibile da preparare.

Mi piaceva perché per via dello zucchero di canna e per la cannella aveva quel buon profumo speziato, il gusto poi….

Certo all’inizio è panico, ma poi ci s’ingegna e si cercano soluzioni e alternative…. Si cerca in internet si comincia a chiedere in giro agli amici e si ottengono le prime ricette, i primi risultati.

Poi la tua amica ti invita una sera e ti fa assaggiare la sua torta speciale, ed è subito amore…. ritrovi quel gusto che credevi perduto della “torta della nonna”, come la chiamavano i tuoi figli.

 

 

 

 

INGREDIENTI PER LA APPLE PIE (Per una tortiera dal diametro di 24-26 cm)

100 g  farina di riso sottilissima

100 g farina di grano saraceno

200 zucchero di canna

150 olio semi di girasole

acqua qb

4 mele (la qualità che preferite)

Scorza e succo di 2 limoni non trattati

1 bustina di lievito

Semi di ½ bacca di 1 vaniglia / 1 busta di vanillina

1 cucchiaino di cannella in polvere

PREPARAZIONE

Accendere il forno a 150°-160°.

Pesare e setacciare insieme le farine.

Unirle in una ciotola allo zucchero di canna e alla cannella in polvere.

Aggiungere il lievito, la scorza dei limoni e la vaniglia.

In un altro contenitore mescolare l’acqua, il succo di limone e l’olio di semi.

Emulsionare e versare nella ciotola con le farine e lo zucchero.

Tagliare 3 mele a dadini e unirle al composto.

Con una frusta mescolare per bene tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto omogeneo.

Ungere con l’olio la tortiera e infarinare con farina di riso.

Sbucciare e tagliare a spicchi una mela.

Versare il composto nella tortiera e appoggiarvi sopra gli spicchi mela.

Se gradita si può versare sopra una spolverata di zucchero di canna.

Ora la vostra torta di mele è pronta per essere infornata.

Trasferire in forno e cuocere circa 30 minuti, superati i quali fare la prova dello stecchino per vedere se è cotta.

I miei “bambini” hanno ritrovato la Apple pie della nonna e io ho potuto riassaporarne il gusto pur essendo intollerante 🙂

Insalata e le insalate

insalata-valeriana-2L’insalata costituisce la soluzione ideale per un pranzo o una cena veloci.

Chi di questi tempi, col caldo ha voglia di stare ai fornelli per dedicarsi a lunghe preparazioni di piatti elaborati?

Quanti ripiegano su un’insalata nella stagione estiva, conosciamola un po’ più da vicino.

Il termine generico di “insalata” è uso ad indicare un gruppo di ortaggi a foglia consumati prevalentemente crudi.

Le insalate appartengono alla famiglia delle  Asteraceae

La maggior parte delle insalate si può suddividere in tre famiglie botaniche: le cicorie (che includono i radicchi), le indivie e le lattughe.

insalata

Questa stagione, poi,  offre ulteriori ingredienti dell’orto da combinare all’insalata. Peperoni, pomodori, rapanelli, cetrioli zucchine… quante altre verdure vi vengono in mente?

E non solo verdure. Ottime sono le combinazioni di insalata e frutta pensiamo al sapore agrodolce delle fragole oppure alle pere alle arance, anche se per queste dobbiamo aspettare qualche mese.

Anche i fiori si prestano come accompagnamento per le insalate tra cui l’angelica, camomilla, finocchio, fiordaliso, menta, rosa e viola. Aggiungono un sapore delicato alla nostra pietanza

L’insalata può essere usata come contorno per carni arrosto, carni alla brace oppure per il pesce. Può essere usata come intermezzo tra una pietanza e il dolce.

Un discorso a parte meritano i condimenti per l’insalata. A partire dalla tradizionale combinazione di olio e aceto oppure olio e limone si spazia in una innumerevole quantità di varanti.

C’è chi condisce l’insalata con lo yogourt, per passare a ricette più impegnative e gustose.

Il condimento base è la classica salsa Vinaigrette che s’intende una miscela di sale, olio e aceto.

Per esempio la Vinaigrette al basilico

olio di oliva

aceto di vino bianco

prezzemolo fresco tritato

basilico fresco tritato

aglio schiacciato

sale e pepe

Mescolare gli ingredienti, avvitare il tappo, scuotere e conservare in frigorifero.

vinaigrette-ct-1585302-x

Per chi predilige i sapori speziati è possibile aggiungere anche un cucchiaino di senape.

Una variante per chi non ama l’aceto è costituita dalla Citronette un’amalgama di olio sale e succo di limone.

 

(Fonte immagini web)

 

 

 

Marmellate

kumquat-marmalade-1Colazione del mattino con pane, burro e marmellate, cosa di meglio per ricordare l’estate appena terminata?

Un ottimo modo per conservare la frutta e assaporarne il gusto anche fuori stagione.

Sugli scaffali di tutti i supermercati, oggi, si possono trovare vasetti di marmellata, chi ai giorni nostri confeziona le marmellate in casa è mosso sicuramente dal desiderio di genuinità. I colori vividi, i sapori intensi di frutta, la consistenza sono qualità che si ottengono grazie agli ingredienti naturali.

Come si preparano

Le marmellate si ottengono facendo bollire frutta e zucchero a 150° C. E’ questa temperatura che permette il liberarsi della PECTINA, una sostanza che permette alla marmellata di addensarsi e la rende spalmabile.  Prerogativa per l’azione della pectina è la presenza di acidità. Per questo motivo le marmellate di prugne, ribes nero, mele asprigne danno migliori risultati.  La consisteza delle marmellate la si raggiunge tagliando, buccia compresa se la ricetta lo indica, a pezzi più o meno piccoli la frutta.

Tenerle in un luogo fresco e buio garantisce una buona conservazione.

Che cosa occorre

Di seguito un elenco degli utensili necessari per la preparazione delle marmellate. Una casseruola con una buona capacità, un termometro per caramello, un imbuto per riempire i barattoli, carta oleata e pellicola trasparente per sigillare il contenuto dei barattoli; bottiglie e barattoli di vetro (sono ideali quelli con chiusura ermetica). I barattoli devono essere puliti e perfettaemnte asciutti.

 

p_marmalade-rose_1572270c

Ricetta

Marmellata di mele ranette

Ingredienti:

2 kg di mele renette

2 bicchieri di acqua

zucchero in egual peso della purea di mele

barattoli di vetro

carta oleata a dischi

grappa o whishy

1 Sbucciare le mele e tagiarle a sottili fettine.

2 Mettere nella casseruola e aggiungere l’acqua; coprire con un coperchio e cuocere a fuoco lento rimestando di tanto in tanto finchè non si sarà raggiunta la consistenza di purea.

3 Passare la purea al setaccio, pesarla; rimetterla nella casseruola e aggiungere lo zucchero, cuocere a fuoco basso rimestando continuamente per evitare che attacchi.

4 Controllare la consistenza, la marmellata è pronta quando il composto diventa di consistenza gelatinosa. Versare la marmellata nel vaso e farla raffreddare. Posizionate un disco di carta oleata imbevuto di whisky o grappa sull’imboccatura e chiudete ermeticamente.

Ricordare sempre che per ottenere buoni risultati è necessario che la frutta sia di buona qualità e matura al punto giusto e che i recipienti per la conservazione devono essere perfettamente puliti

Ed ora non resta che augurare a tutti delle ottime colazioni con le vostre marmellate.

marmalade_2_1791406b

 immagini dal web

Immagine

Sognando in bianco e blu

La combinazione di bianco e blu nelle decorazioni per le porcellane e le ceramiche esercita da sempre un grande fascino sugli amanti del country.

Le decorazioni spaziano da quelle esotiche ai bordi elaborati, floreali, forme geometriche, righe e scacchi.

fiori

Credits

righe

Credits

Bianco e blu

Credits

Questo tipo di ceramica diventò comune circa due secoli fa, quando le tecniche di produzione industriale la resero accessibile ai più. In passato la maggior parte dei disegni riprendevano le linee delle porcellane cinesi importate in Europa. Col tempo si fecero strada motivi pastorali, paesaggi o fantasie floreali.

Molto apprezzate per esempio le maioliche olandesi di Delft o quelle Inglesi di Wedgwood.

101231

Credits

Oggi anche i grandi magazzini trattano ceramiche con decori bianco e blu, ma è molto divertente andare per mercatini a cercare pezzi decorati con questa tecnica.

Potreste avere l’occasione di trovare pezzi originali.

maioliche-garofano-blu-i-fiori

 

Credits

bianco blu

Credits Credits Credits Credits

Si potranno così combinare belle collezioni da mettere in bella mostra nel vostro soggiorno o nella vostra cucina country.