Il Nostro Matrimonio 3 luglio 2010

Si lo so, sono passati tre anni eppure sembra ieri. Allora non ebbi la forza di riordinare le immagini, fu un periodo terribile e quel giorno rappresenta una linea di demarcazione importante.

Realizzavamo un sogno, finalmente.

Non voglio ammorbare nessuno con quanto abbiamo patito prima di arrivare a quel momento, non serve è il passato e in quanto tale lo si lascia indietro.

Appena ricevuta la notizia dell’arrivo della sentenza di divorzio mio marito, allora ancora mio compagno dal 2003,  mi chiese di sposarlo e non voleva perdere neppure un minuto infatti organizzammo  e preparammo tutto. Tutto non proprio perchè dovemmo subire un’altra dura prova, ma non ne voglio parlare qui, sappiate solo che il velo di tristezza che vedete nei miei occhi è dovuto al dolore al pensiero per la malattia che stava portando via la mia mamma che se ne sarebbe andata di lì a poche settimane.

DSC_0001

DSC_00071

DSC_00081

DSC_2996

DSC_29991

DSC_3006

DSC_3007

DSC_3008

DSC_3009

DSC_3015

DSC_3028

DSC_3030

DSC_3033

DSC_3034

Continua……….

Colori – Il Verde

Il verde, vediamo quanti luoghi comuni sono associati a questo colore, è rilassante, da sensazione di freschezza, è il colore della speranza, è utilizzato per dare il via libera – pensate ai semafori o alle scritte “USCITA” – quanti altri se ne possono elencare.

coll

E’ tra i miei colori preferiti infatti inizio da questo.

E’ il colore che in natura trova la sua massima espressione è in assoluto il più presente.

Il colore verde è una mescola di giallo e blu, chi dipinge sa bene che modificando il rapporto tra questi due colori se ne ottengono svariate tonalità.

Nella scala cromatica trova collocazione al centro tra i colori freddi e i colori caldi.

Rappresenta l’equilibrio, il rinnovamento, immaturità, la spinta verso la crescita interiore, la giovinezza, invita alla calma e alla riflessione.

Nel mondo buddista sta ad indicare la vita.

E’ anche il colore del IV Chakra.

E’ disintossicante e depurativo.

E’ associato alla stagione della Primavera.

In Cromoterapia lo si utilizza in presenza di soggetti iperattivi, o che hanno necessità di contenere l’ansia. E’ utile anche per coloro che necessitano di fare chiarezza nei propri sentimenti.

Di verde ci si può cibare per ritrovare la serenità e la calma, evitando zuccheri eccessivi nelle bevande tipo le tisane, chi non conosce il The Verde.

In dermatologia è indicato per la cura delle verruche.

E’ utile in tutte quelle terapie dove serve rigenerarsi, solo attenzione nei casi di depressione.

Laura

Sacchetti profumati

Oggi facciamo i sacchettini profumati per il nostro armadio o per i nostri cassetti.
Prendiamo una pezza di tela bianca o del colore oppure fantasia che ci piace,
io ho usato tela AINA bianca acquistata all’IKEA qualche anno fa che era finita in fondo ad un armadio
e facendo pulizia è saltata fuori.
Decidiamo che misura dovranno avere i nostri sacchettini,
io ho optato per la misura di 10 x 15 una volta finiti.
Posizioniamo la tela, tagliamo i pezzi per fare il sacchettino
calcolando il doppio della lunghezza e circa un centimetro per i bordi degli orlini.
Ripieghiamo e cuciamo con cura gli orli sui lati corti.
Pieghiamo la stoffa a metà lungo il lato corto,
avendo cura se disegnata di mettere dritto contro dritto.
Se usiamo tela in tinta unita e vogliamo ornarla con un ricamo,
un nastro oppure una fettuccia in pizzo questo è il momento
di procedere all’applicazione oppure al ricamo.
Terminata questa operazione possiamo procedere alla chiusura dei lati lunghi.
Ora il nostro sacchettino è pronto per essere riempito.
Io consiglio di introdurre i fiori o le erbe che intendete usare
avendo l’accortezza di racchiuderli in un sacchettino di tulle
in modo che non si sparpaglino e permettano di lavare il sacchettino esterno all’occorrenza.

Per la chiusura dei sacchettini
si possiamo usare quanto più ci aggrada, dal cordonetto al nastro
Ed ecco pronti i sacchettini per essere posizionati negli armadi
appoggiati alle mensole oppure agganciati alle grucce degli abiti

Laura

Sacchetti di Lavanda

Sul mio balcone ho piantato la lavanda, ne scrivevo qui,

la scorsa settimana l’ho raccolta e l’ho lasciata seccare per bene.

Nel frattempo ho preparato i sacchettini con tela di lino, li ho ricamati

e oggi li ho riempiti con la lavanda.

Sono profumatissimi e saranno perfetti nel nostro armadio.

DSC_0806

DSC_0810

DSC_0819

DSC_0820 DSC_0821

DSC_0827 

Prossimamente il tutorial per cucire i sacchettini

Laura

Cuori Shabby

Oggi vi racconto come ho fatto a fare i cuoricini che completano la ristrutturazione  del mobile della mia sala.

Aprite un foglio di Word e cliccate su Inserisci e quindi su Forme

foglioDiWord

scegliete la forma del Cuore e posizionatela sul foglio

cuore

con i cursori potete dargli la forma, più rotonda o allungata, e la dimensione che preferite.

Stampate e ritagliate.

Scegliete la stoffa che preferite, io ho scelto del lino ecrù, avorio e una stoffa a quadretti

DSC_0024

Appoggiate il modello sulla stoffa disegnate i bordi e ritagliate.

Mettete dritto contro dritto e cucite a macchina oppure a mano

lasciando qualche centimetro per permetterne l’imbottitura

(io li ho fatti poco gonfi, ma voi potete scegliere come li volete secondo il vostro gusto).

Imbottite con gommapiuma o kapok

Chiudete con piccoli punti nascosti l’apertura

Per appenderli potete utilizzare il materiale che preferite, nastro, cordino, oppure filo di cotone per lavoro all’uncinetto.

Ed ecco i cuori ultimati

mod

DSC_0014

DSC_0022

DSC_0015

DSC_0023

DSC_0019