Violenza sulle donne 3

Riporto qui un post che è stato pubblicato in Bigenitorialità e Dintorni, Blog dell’Associazione DonneContro – Movimento Femminile per la Parità Genitoriale, mi preme sottolineare che le espressione che troverete appena sotto questa premessa, altro non sono che aggettivi che vengono associati alle attuali mogli o compagne da parte di alcune ex mogli o ex compagne.

Sebbene ormai siano mesi che raccogliamo materiale, abbiamo espressamente  atteso per pubblicare questo post che fosse Novembre, mese dedicato alla Violenza sulle Donne per rilevare anche questo aspetto della Violenza, aspetto che quasi sempre viene taciuto perché avviene per mano di donne e di questo non si parla, è tabù.

Ma anche questa è Violenza sulle Donne.

Le attuali mogli e compagne viste dalle ex

“Quella matta di Ar…..nna”

“patetiche”

“Miss Up”

“Miss Belen”

“Porella”

“repressa e impotente”

“Miss Utero”

“carogna”

“tuttologa”

“donnette di secondo letto”

“paraponsipologa”

“esaltata”

“donnine”

“morticia addams”

“Madre Teresa di Calcutta” 

“Sante Carmelitane Scalze”

“usasse un po’ l’utero non scriverebbe tante cose orribili…”

“da oggi la chiamerò Miss Utero”

“la signora che critica non è madre”

“parente di cetto laqualunquemente”

“una che vende il pesce in piazza”

“Miss Show..”ma ‘ndo vai se la banana non ce l’hai..”

“Ma questa signorina è madre?????”

“La Miss si inculi”

“La Miss Si Incula Da Sola”

“a La.Ma. è partito un bel uccello padulo…..by-by…L!!!!”

……

Questi sono alcuni degli epiteti e delle modalità di espressione che le ex mogli, o meglio, alcune ex mogli, utilizzano quando parlano delle attuali compagne di padri separati.

E’ un’ottica da studiare quella delle ex, rispetto alle attuali compagne o mogli, specialmente se ci son di mezzo dei figli.

Certo, anche noi attuali compagne non abbiamo una grande considerazione di certe ex, anzi, lo ammettiamo, certe ex non meritano alcuna considerazione, mentre altre le ammiriamo per la loro forza, femminilità e solidarietà con tutte le donne.

Per la loro capacità di pretendere ciò che è giusto con l’onestà di non avanzare pretese per il solo gusto di ottenere di più.

Non dimenticando che, in un tempo non lontano, hanno amato profondamente l’uomo che noi amiamo ora.

Tra loro non ha funzionato e l’amore è diventato educazione e rispetto reciproco.

Anche da parte nostra.

Alcune di loro sono nostre amiche in questo gruppo e nella vita.

(post realizzato a cura di un collettivo di attuali compagne e ex mogli)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...